eSports: Mohamed Daramy del Copenhagen trionfa nella StayandPlay Cup

La StayandPlay Cup, competizione benefica organizzata da EA al fine di raccogliere fondi per la lotta al CoronaVirus, è terminata da pochissimo ed ha visto 20 giocatori darsi battaglia con i loro rispettivi club per ben 5 giorni.

A trionfare, al termine di una sfida al cardiopalma è stato Mohamed Daramy, giocatore del Copenhagen. In finale infatti si è giocato la vittoria con Jesper Karlstrom del Djurgardens, ed è riuscito a chiudere i giochi solo grazie al golden goal realizzato nei primi minuti della seconda sfida, dopo l’1-1 del primo match.

IL CAMMINO DEI DUE FINALISTI

StayandPlayIl neo campione Mohamed Daramy ha avuto un percorso abbastanza agevole fino alla semifinale. Al primo turno ha infatti vinto 3-0 contro Nikolai Alho del Helsinki, agli ottavi di finale si è imposto ampiamente contro Sergino Dest dell’Ajax e ai quarti ha realizzato ancora una volta tre reti, questa volta contro Fabio Silva del Porto. La semifinale è stata invece combatuttissima e incerta fino all’ultimo minuto, con Daramy che è riuscito a riacciuffare il pareggio nei minuti finali della gara ed è poi stato strepitoso nel segnare per primo il golden goal sancendo l’eliminazione di Nabil Bahoui.
StayandPlay

Jesper Karlstrom ha anch’esso iniziato in maniera agevole la competizione, spazzando via il Valencia di Manu Vallejo e imponendosi per 2-1 contro il Borussia di Hakimi. Più fatica l’ha fatta invece ai quarti di finale, quando solo il golden goal gli ha permesso di superare il Liverpool guidato da Alexander Arnold. In semifinale partita tirata per 90 minuti, con Karlstrom che è volato in finale con una vittoria di misura contro il Brondby.

LA STRADA PER LA FINALE

StayandPlay
Il tabellone del torneo fino alla finale

Spiccano su tutti alcuni nomi, come Alexander Arnold, Azpilicueta, Hakimi, Bernat, Vinicus, Kluivert, Phoden, Aurier e Joao Felix; tutte stelle del calcio giocato, ma nessuno di loro è riuscito ad andare oltre i quarti di finale. Kluivert e Arnold sono state infatti le “Star” che più hanno brillato in questo torneo. Deludenti invece le prestazioni di Azpilicueta, Bernat, Hakimi, Vinicius, Phoden, Aurier e Joao Felix, tutti quanti eliminati al primo turno giocato.

Importante sottolineare come EA, durante i 5 giorni dell’evento, sia riuscita a raccogliere più di 1 milione di euro di donazioni per la lotta al Coronavirus. Un evento che dunque non solo è stato in grado intrattenere migliaia di fans davanti agli schermi, ma che contribuirà anche a vincere la battaglia ora più importante.

Si conclude qui questo articolo dedicato all’evento benefico “Stay and Play Cup”.

Vi ricordiamo che FIFA 20 è disponibile per le piattaforme PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch. Continuate a seguirci sui nostri social per altre notizie e informazioni. Ci trovate su:

            

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento!
Nome