FIFA 20: le parole di Enzo, Gabry e GodMode dopo Bucarest

È da poco terminata la II FUT Champions Cup, conclusasi con la straordinaria prestazione di Crazy Fat Gamer; noi di FUTXFAN abbiamo voluto sentire i pensieri del giorno dopo dei 3 ragazzi italiani impegnati insieme a Diego a Bucarest.

Bucarest
Foto di gruppi degli italiani

ENZO TRAMONTANO

Enzo é il video giocatore degli Elites e quello di Bucarest é stato per lui il primo evento internazionale, il ragazzo partenopeo però purtroppo ha dovuto salutare la competizione dopo 3 sconfitte nelle prime 3 sfide del girone.

Fifa 20

Flavio Dell’Erba:

«Come ti senti dopo questo tuo primo evento internazionale ufficiale?»

Enzo Tramontano:

«Mi sento molto più carico e motivato per fare bene le prossime qualifiche, faró di tutto per riscattarmi da Bucarest, obiettivo Atlanta».

Flavio Dell’Erba:

«Purtroppo non é andato come ti aspettavi, sicuramente hai comunque imparato molto, anche solo a livello di esperienza, hai avuto modo di confrontarti con un ambiente a te nuovo e sicuramente questo ti sarà utile per i prossimi eventi».

Enzo Tramontano:

«Guardare Diego, che é andato tanto avanti, mi ha dato molta carica e mi spinge a fare sempre di più e a portare avanti gli eSports in Italia».

Flavio Dell’Erba:

«In cosa hai trovato maggiore difficoltà?»

Enzo Tramontano:

«Sicuramente gestire la pressione è stata la problematica principale, sono stato poco lucido e poco freddo sotto porta, a quei livelli se sbagli prima o poi gli errori pesano».

Flavio Dell’Erba:

«Come ti senti ad essere il player ufficiale degli Elites? Hai un bel rapporto con Fius e con la Crew in generale?»

Enzo Tramontano:

«Ho un bel rapporto con tutti, mi sento di poter fare bene con gli Elites, di poter portare delle soddisfazioni a tutti, non solo a loro ma a tutta l’Italia».

Flavio Dell’Erba:

«Ti senti responsabilità nell’essere ora, a seguito della tua partecipazione a Bucarest, un punto di riferimento in italia?»

Enzo Tramontano:

«Si perché i ragazzi ci guardano e fanno il tifo per noi ed é per questo che diamo il massimo nelle qualifiche e in ogni partita che giochiamo, vogliamo portare in alto l’Italia».

 

GABRY

Gabry era uno dei pochi free agent presenti all’evento di Bucarest ed era al primo torneo ufficiale su Ps4 dopo un discreta carriera sulla console di casa Microsoft. Ha concluso la sua avventura agli Ottavi di Finale, nella sfida con Moauba, dopo essere riuscito a passare i gironi con 3 vittorie e 2 sconfitte.

Fifa 20

Flavio Dell’Erba:

«Sei soddisfatto del risultato ottenuto? Hai passato il girone e hai avuto la sfortuna di incontrare subito Moauba, cosa ti é mancato nella sfida con lui?»

Gabry:

«Non sono soddisfatto perché per il gioco che ho fatto potevo tranquillamente arrivare tra i primi 4 di Ps4 però non ho avuto la pazienza e ho sofferto un po’ la pressione, i primi 20-30 minuti ero sotto 2-0 poi mi sono calmato e sono riuscito a recuperarla. Non é stato sicuramente un problema a livello di abilità ma più a livello di lucidità»

Flavio Dell’Erba:

«Sei stato uno dei pochi free agent in grado di qualificarsi a un evento ufficiale, come mai questa scelta?»

Gabry:

«Non ho trovato nessuna offerta valida»

Flavio Dell’Erba:

«A tal proposito, ti sei autofinanziato da solo il budget di FIFA Points a inizio gioco?»

Gabry:

«Si, mi sono autofinanziato da solo i FIFA Points, ho messo una cifra media che mi ha permesso di avere una buona squadra, mi mancano Gullit e R9 ma riesco comunque a competere abbastanza»

 

GODMODE

Alessio é il primo italiano a prendere parte a una FUT Champions Cup su FIFA 20 lato Xbox e anche per lui, così come per Enzo, questo é stato il primo evento internazionale, evento che lo ha visto uscire ai gironi sfiorando il passaggio al turno successivo in virtù delle 2 vittorie sulle 5 partite disputate. Spicca su tutte l’esordio nel torneo contro Tekkz.

 

Bucarest

Flavio Dell’Erba:

«Eri l’unico italiano su Xbox e hai sfiorato il passaggio del turno, ti ritieni comunque soddisfatto dei risultati ottenuti o pensi che avresti potuto fare qualcosa di più ?»

GodMode: 

«Mi ritengo soddisfatto a metá perché so che avrei potuto fare molto di più, anche avendo incontrato subito il giocatore favorito per vincere l’evento».

Flavio Dell’Erba:

«Esatto, hai incontrato subito Tekkz alla prima, come ti é sembrato? Il fatto di aver sfidato subito uno dei favoriti può averti destabilizzato a livello mentale?»

GodMode:

«Fortunatamente avevo visto qualche video di Tekkz il giorno prima e ho capito anche grazio al mio coach Salvinus il suo modo di giocare, pareggiando la prima partita 0-0, poi nella seconda sono stato un po’ ingenuo e gli ho regalato un rigore e un espulsione e giocare in 10 contro uno come lui è impossibile, ho avuto un matchmaking abbastanza sfortunato, avendo beccato anche DullenMIKE e MolnarGabo, ma va benissimo così, al prossimo evento sarò più preparato e saprò gestire meglio tutto sia a livello mentale che per quanto riguarda il gameplay».

 

Flavio Dell’Erba:

«Prossimi obbiettivi a livello competitivo? Si guarda già in avanti?»

GodMode: 

«Il prossimo obiettivo a livello competitivo è il Mondiale per Club nel quale avrò un compagno di squadra molto forte (Renzo Parave “Nzorello”), poi a dicembre c’è la qualifica per poter partecipare alla III Fut Champions Cup che si terrà ad Atlanta e farò di tutto per strappare un pass».

Si conclude qui questo articolo facendo i complimenti ai ragazzi che hanno rappresentato i colori italiani durante questo evento.

Vi ricordiamo che FIFA 20 è disponibile per le piattaforme PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch. Continuate a seguirci sui nostri social per altre notizie e informazioni. Ci trovate su:

           

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento!
Nome