FIFA 19, il viaggio di Alex Hunter nella modalità The Journey

FIFA 19, il viaggio di Alex Hunter nella modalità The JourneyNell’epicentro europeo dei giochi Gamescom 2019, EA presenta FIFA 19.

Dire FIFA significa (quasi), per gli amanti dei videogames, dire vita. Esperienze calcistiche in grado di mettere insieme dilettanti per divertimento e veri e propri talenti, connettendoli da una parte all’altra del mondo grazie all’online che ha trasformato un videogame in una occasione di aggregazione. Altro che simulatore sportivo. Ed è un continuo divenire di vertiginose emozioni grazie agli aggiornamenti che EA mette in campo per i suoi appassionati. E più passano gli anni, più le edizioni si fanno avvincenti. Proprio come quella di FIFA 19 che gode della grandiosa licenza della Champions League, indice di enorme prestigio per un videogame che sforna continue nuove modalità di gioco che arricchiscono il panorama già presente. Ed ecco che giunge una delle modalità più belle ed appassionanti, sicuramente più ricca ed articolata rispetto a quelle passate. Stiamo parlando della terza stagione de “Il Viaggio” con la definitiva conclusione della carriera di Alex Hunter, uno story mode che racconta le imprese del personaggio nato da EA Sports in FIFA 17 che chiuderà The Journey, proprio in questa edizione 2019. Le storie che si intrecceranno saranno diverse: non solo Alex Hunter ma anche le vite di Danny Williams, veterana conoscenza di Alex dell’Academy insieme a quella di Kim Hunter.

Ecco tutte le novità e le regole de “Il Viaggio”

Personalità, valutazioni e prestazione: tutti i segreti per vincere

“Il Viaggio” è avvincente in questa edizione 2019 di FIFA. Sono storie, espedienti narrativi e vite che si mescolano con lo sport nel cuore. È il caso certamente di Alex Hunter, protagonista indiscusso e genialata di EA Sports, insieme a quelle di Dennis e sua sorella Kim. Una linea di narrazione che trova non solo un epilogo ma anche e soprattutto un’ampia realizzazione in questa terza stagione che rappresenta anche quella conclusiva. I finali devono sempre essere col botto, per intenderci. Ed una storia, va da sé, interessa, trasforma e cambia anche le altre. Così accadrà in questa modalità con i tre personaggi che si influenzeranno a vicenda donando a chi è dinanzi alla consolle uno dei viaggi più avvincenti di FIFA. Le emozioni da casa insieme agli amici sono forti quanti quelle di Alex Hunter: l’incontro con i campioni del calcio Neymar Jr. o Paulo Dybala. È un viaggio introspettivo, intimo, intenso. È stata questa la volontà dei produttori di EA Sports nel pensare ad una conclusione degna dei propri appassionati. Finalmente il nostro Alex Hunter indosserà la maglia del club blasonato, il Real Madrid!

L’interazione fa da padrona nella modalità Viaggio attraverso la possibilità di porre domande ai tre protagonisti Alex, Kim e Dennis. Una bussola ci guiderà nel percorso consigliato così da scoprire la linea narrativa, le scene principali e la trama generale. Al vostro avatar saranno data la possibilità di rispondere attraverso le conferenze stampa, dirette interlocuzioni con manager o calciatori. Tre opzioni di risposta per ciascuna domanda posta, certamente un limite che porta con sé lati positivi e negativi nell’esauriente complessità della richiesta. E, per quanto riguarda i tipi di risposta, c’è da considerarne tre diversi: un approccio più diretto, uno mediato ed uno freddo. I tre capitoli di risposta riguardano tutti la personalità dei tre protagonisti. Partiamo dal centro, l’approccio mediato: una risposta bilanciata e ponderata per tutti e tre, quasi neutra. Il parere lo si costituisce, in questo modo, grazie alle prestazioni sul campo di calcio.

FIFA 19, il viaggio di Alex Hunter nella modalità The Journey

E, poi, quella impulsiva di Alex, sfacciata di Kim e esibizionista di Danny con un orientamento esclusivamente commerciale che non tanto ingrazia il mister di turno. Certo, questo aumenta i fan e non è cosa da poco. Nelle risposte fredde la probabilità di avere fan si abbassa ma aumenta quella di essere stimati dal mister. Alex risponderà in modo più freddo, Kim più nerd e Danny potremmo anche ribattezzarlo “lo spavaldo”.

Mantenere sempre un equilibrio tra risposte e campo è sempre la strada migliore, soprattutto per giocare sempre da titolare senza partire mai dalla panchina. La valutazione del manager è fondamentale. Vincere, fare goal, mantenere un certo rating è l’obiettivo da perseguire nel rettangolo verde preparandosi sapientemente in allenamento. Ogni seduta va completata per ottenere i punti. Così da essere vincenti prima, oltre che durante il match.

Hai già provato la modalità “Il Viaggio“? Non perdere anche le altre modalità di FIFA 19: Calcio d’Inizio, Carriera e Pro Club.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento!
Nome