Top player virtuale, alla Samp arriva Blackarrow

eSports ancora in pole negli obiettivi del presidente Ferrero. Da Fifa 19 ecco Leon Aussieker che farà tandem con Mattia Lonewolf92 Guarracino

Blackarrow diventa blucerchiato con un colpo veramente eccezionale la Sampdoria ha annunciato ufficialmente il tesseramento del pro-player tedesco che giocherà per la Squadra di Ferrero su piattaforma Xbox. Il calcio virtuale piace sempre di più al club di Genova con un nuovo tesserato che darà filo da torcere agli altri top player. Leon Aussieker, classe 1998, farà coppia d’attacco con Mattia Lonewolf92 Guarracino, punta di diamante della Sampdoria nel rettangolo verde virtuale. Le gare in cui sarà protagonista promettono bene: gareggerà alla volta delle qualificazioni per la FIFA eClub World Cup (FeCWC), fino al prossimo 11 gennaio e, poi, è già sua la qualificazione per il quarto Licensed Qualified Event dell’anno del circuito FIFA Global World Series. Blackarrow, un vero fenomeno su Fifa19, è stato pro player pro player con la maglia dell’Hannover 96 nella Virtuelle Bundesliga 2018.

Ottima la scelta del presidente della Sampdoria Ferrero che ha deciso di tesserare una delle migliori promesse a livello mondiale per gli eSports. Una mossa del tutto astuta che ha consentito alla squadra blucerchiata di aggiudicarsi un posto nelle grazie della Fifa. Prima di Natale un volo diretto per Zurigo con la partecipazione ad un forum sul calcio virtuale come volano di crescita rispetto a quello tradizionale. Non una semplice presenza ma la conferma di un trend attivo che riguarda i club mondiali e, così, anche la Samp. La presenza di due top player tesserati è indispensabile per confermarsi tra i colossi del gaming virtuale. E la Sampdoria ci è riuscita accostando un grande nome accanto a quello già affermatissimo di Guarracino che potrà godere di una spalla forte e duratura. La scuola tedesca, unitamente all’Inghilterra, sono tra le più forti al mondo e Blackarrow è il primo tesserato tedesco che arriva in Italia. Un ottimo inizio per il Bel Paese. Fino a qualche anno fa l’idea di investire nei giochi virtuali era quasi da abbandonare. Oggi, invece, c’è chi ci crede sempre di più. Un modo redditizio per fare cassa: un top player riesce anche a guadagnare diecimila euro al mese, non male come lavoro che prevede unicamente la passione per un gioco. Lavorare divertendosi, è così che si dice, no?

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento!
Nome